LE SPALLE SORREGGONO... 2017
ATMOSFERE 2017
ADESSO BASTA! 2016-2017
INCONTRI CASUALI 2016
L'ECO DEL SEGNO 2016
METAMORFOSI 2016
IERI,OGGI E ... 2015
PARALELL(E)I CONVERGENTI 2012
METTERCI LA FACCIA 2011-2012
EN TOUS SENS 2011
IL (NON)SENSO DELLA MISURA 2010-2011
OVUNQUE IL GUARDO... 2010
ASPETTANDO GODOT   2009
PERCHE' ?  2009
TOTEM E TABU'  2008-2010
PARADIGMI DELL'UTOPIA 2007
SACRO E PROFANO 2006/2007
IL LATO OSCURO PARTE 2 2006
IL LATO OSCURO 2005
DONNE A CONFRONTO 2005
METTERSI IN GIOCO 2004
NARCISO PRIVATO 1998
ILLUSIONE, DELUSIONE, DISILLUSIONE 1992
IL BANALE  1987
 

 

La ricerca nasce dalla volontà di esprimere in un'ottica personale, la realtà esistente o già rappresentata da Altri.

Questo, tramite una manipolazione più o meno accentuata, in modo tale da dimostrare che i punti di vista possono essere modificati tutte le volte che vengono modificati i contesti in cui gli elementi rappresentati vengono inseriti, cambiando così di ruolo e di valore.

E' parte componente dell'azione, il gesto ludico (talvolta irriverente) e lo sberleffo, nella volontà di sottolineare l'ipocrisia dell'evidenza e/o l'ostentazione dell'oscenità. Temi, oggi, dominanti se non imperanti.

Mi sono complici le foto che faccio o riproduco, le carte di giornale, quelle da parati,le stoffe(con cui riproduco in scala indumenti, pannelli), le perle, le piume, i materiali di recupero molteplici e vari, per arricchire ed esaltare le immagini e toglierle così da una rappresentazione piatta e statica e proiettandole in un teatrino tridimensionale, dove il concetto/contesto rappresentato, ha la presunzione di "andare verso" chi ne fruisce.